Grady e il suo Mazzo di Thoth

24 marzo 2017, Frater Orpheus

“Fa ciò che vuoi sarà tutta la Legge”

Questa è la disposizione nella lettura dei Tarocchi di Grady McMurtry. Iniziai a raccogliere informazioni al riguardo alcuni anni fa e nel tempo tutti i pezzi sono finiti al loro posto. Fui in grado di ricostruire tutto questo da varie fonti. Una di queste è una collezione di letture registrata da Frater Zardoz nei miei archivi privati. Fortunatamente Chris conservò alcune registrazioni delle letture che Grady fece mentre stava visitando Sacramento nei primi anni 80’. Ho trovato altre registrazioni negli appunti personali di Grady e in altre note. Fui in grado inoltre di raccogliere alcuni dettagli da esperienze vissute in prima persona


Grady mentre leggeva i Tarocchi qui a Ren Fair nella Carolina del Nord circa 1979



Grady mentre leggeva i Tarocchi qui a Ren Fair nella Carolina del Nord circa 1978

Questo è quello che sappiamo…Grady usava una variante della Croce Celtica con carte complementari disposte durante la lettura. In questo modo avrebbe avuto un’immagine più chiara delle forze in gioco, siccome ci dovrebbe essere una doppia espressione ad ogni posizione.

Egli utilizzava una distribuzione di 18 carte, dove 9 delle carte usate erano sempre disposte nell’ordine esatto, variando le altre 9. Nonostante questo la modalità con cui leggeva la disposizione finale rimaneva coerente. In altre parole, anche se l’ordine in cui disponeva le carte variava, (dato che Grady sentiva importante seguire l’ispirazione del momento), una volta in posizione egli avrebbe analizzato le posizioni in una maniera non dissimile dalla lettura che ogni lettore potrebbe fare di una variante della Croce Celtica.

La prima Carta estratta veniva sempre riposta nel centro e, come si potrebbe prevedere, l’intera lettura era basata su di essa. Tuttavia le successive 9 carte trattate sarebbero state disposte in vari schemi in modo da formare alla fine la “Croce”. Eppure, quando Grady raggiungeva le due “Colonne” di destra, le carte venivano sempre disposte fianco a fianco e dall’alto verso il basso. Il risultato era che l’ordine estratto per le prime 9 posizioni variava un po’ ma rimaneva coerente per le 9 posizioni finali. Grady favoriva e ripeteva certi schemi, (vedere sotto), e la tabella a colori che ho creato qua sotto lo dimostra.

Ho incluso qualche immagine per chiarire…una è una semplice illustrazione che ti guida attraverso tre modi differenti di Grady di disporre le carte. (basta mescolare e seguire i colori) Se hai qualche esperienza capirai tutto in poco tempo.

Infine, dovrei sottolineare che Grady preferiva il mazzo di Thoth e che tagliava i bordi delle carte del suo mazzo personale così da far rimanere solo le immagini. (Il suo mazzo personale è conservato in archivi privati) Anche se aveva familiarità e spesso usava il mazzo di Rider/Waite così come si vede nelle immagini tratte da Ren Fair.

Di seguito si vede come Grady interpretava le carte una vota disposte…

  1. Situazione attuale – Base, significante.
  2. Contro forza – Opposizione.
  3. Possibile futuro A – (Obbiettivo).
  4. Possibile futuro B – (Obbiettivo).
  5. Presente atteggiamento.
  6. Presente atteggiamento (complemento).
  7. Passato – Causa.
  8. Passato – Causa (complemento).
  9. Potenziale futuro.
  10. Potenziale futuro (complemento).
  11. Sé – Motivo interiore.
  12. Sé – Motivo interiore (complemento).
  13. Forze esterne.
  14. Forze esterne (complemento).
  15. Speranze & paure – Aspettative.
  16. Speranze & paure – Aspettative (complemento).
  17. Futuro – Risultato.
  18. Futuro – Risultato (complemento).

“Amore è la legge, amore sotto la volontà”

Orpheus


Ordine di disposizione

Un esempio di una lettura fatta a Boleskin House circa 1981. Nei diari del campo ci sono molte testimonianze di letture fatte da Grady. Questo è stato scritto dalle mani di Frater Zardoz.

Un esempio di lettura fatta da Grady

Un altro esempio ma non si sa per mano di chi. Ci sono alcune notte addizionali fatte da Grady